Estimo agrario Estimo ambientale Estimo civile Estimo industriale
       
Estimo  legale Valutazione azienda Terne ex DPR 327/2001 Arbitrati
       
Gestione rischio amianto Coordinamento sicurezza Collaudi Consulenza tecnica
 
In Materie Economico-Estimative In Gestione Rischio Amianto
 

TERNE TECNICHE EX ARTICOLO 21 DEL DPR 327/2001

 

Decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 2001 n. 327 recante “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilità. (Testo A)"

 

L’articolo 21 del Decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n. 327 definisce il procedimento di determinazione definitiva dell'indennità di espropriazione.

Esso prevede che qualora manchi l'accordo sulla determinazione dell'indennità di espropriazione, l'autorità espropriante invita il proprietario interessato, con atto notificato a mezzo di ufficiale giudiziario, a comunicare entro i successivi venti giorni se intenda avvalersi, per la determinazione dell'indennità, di apposito procedimento. Nel caso di comunicazione positiva del proprietario, l'autorità espropriante nomina due tecnici, tra cui quello eventualmente già designato dal proprietario e fissa il termine entro il quale va presentata la relazione da cui si evinca la stima del bene. Il termine non può essere superiore a novanta giorni, decorrente dalla data in cui è nominato il terzo tecnico, ma è prorogabile per effettive e comprovate difficoltà.

Il presidente del Tribunale civile, nella cui circoscrizione si trova il bene da stimare, nomina il terzo tecnico, su istanza di chi vi abbia interesse.

Il presidente del Tribunale civile sceglie il terzo tecnico tra i professori universitari, anche associati, di estimo, ovvero tra coloro che risultano inseriti nell'albo dei periti o dei consulenti tecnici del tribunale civile nella cui circoscrizione si trova il bene.

 

Evoluzione quadro normativo in tema di procedure espropriative

Legge 25 giugno 1865, n. 2359

Legge 15 gennaio 1885, n. 2892, (cosiddetta Legge per il risanamento della città di Napoli)

Legge  17 agosto 1942, n. 1150l (Legge urbanistica)

Legge 22 ottobre 1971, n. 865 (Legge sulla casa)

Legge 25 febbraio 1973, n. 11

Legge 27 giugno 1974, n. 247

Legge  28 gennaio 1977, n. 10

Legge 3 gennaio 1978, n. 1

Legge 3 gennaio 1978, n. 1

Sentenza  Corte Costituzionale 30 gennaio 1980, n. 5 (illegittimità disposizioni Leggi n. 865/1971 e n. 10/1977 relativamente alla commisurazione al valore agricolo dell’indennizzo per l’espropriazione di aree edificabili).

Legge 22 luglio 1980 n. 385

Sentenza Corte Costituzionale 19 luglio 1980, n. 223  della (a conferma della precedente sentenza n. 5/1980, dichiarazione illegittimità delle disposizioni di legge in questione).

Legge 8 agosto 1992 n. 396.

Legge 8 agosto 1992, n. 359, di conversione del Decreto Legge 11 luglio 1992, n. 333 (articolo 5bis: nuovi criteri per la determinazione dell'indennità di esproprio per i suoli edificatori (anche questa dichiarata parzialmente incostituzionale dalla sentenza n. 283/93, e da altre sentenze, della Corte Costituzionale).

Legge 23 dicembre 1996, n. 662 (legge finanziaria)

Decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 2001 n. 327.

 

 
 

STUDIO DI INGEGNERIA ECONOMICA E DI CONSULENZA AMBIENTALE - DOTT.ING. SERGIO CLARELLI

Copyright 2001-2017